Besoin d'un conseil ? 0890 710 230

Il mio carrello
€ 0,00
0

    Glossario Piles, Batterie e Accumulatori

     

    Accumulatore: elemento ricaricabile, detto più comunemente "batteria ricaricabile".

     

    Alcalina: tecnologia di una pila standard più elaborata rispetto alla pila salina. Le pile alcaline sono utilizzate per ogni tipo di applicazione e durano più a lungo rispetto ad una pila salina. La tensione di una pila alcalina è di 1,5V.

     

    Ampere (A): unità base per misurare l’intensità della corrente elettrica.

     

    Auto-scarica: fenomeno elettrochimico che porta la batteria o l’accumulatore a scaricarsi progressivamente quando l’elemento non viene utilizzato. L’auto-scarica richiede di ricaricare la batteria prima dell’utilizzo per una carica ottimale.

     

    Batteria: insieme di accumulatori. Le batterie vengono utilizzate per numerose applicazioni quali computer portatili, smartphone, fotocamera, videocamera.

     

    Capacità (Ah): Quantité d’énergie emmagasinée dans une pile, batterie ou accumulateur.

     

    Caricatore / alimentatore: elemento che trasforma la tensione della rete elettrica in una tensione adatta all’apparecchio o alla batteria (tensione lineare, « à découpage », per computer portatili, per macchine fotografiche).

     

    Inverter: apparecchio che trasforma una tensione continua in ingresso in una alternata in uscita, ad esempio 12V in 220V. Utilizzato per il campeggio, l’automobile.

     

    Corrente di carica (A o mA): quantità di corrente indispensabile per caricare la batteria.

     

    Corrente di scarica (A o mA): quantità di corrente indispensabile per alimentare un apparecchio tramite una batteria.

     

    Ciclo: atto di caricare e scaricare un accumulatore.

     

    Delta V : variazione negativa della tensione ai terminali dell’accumulatore che avviene quando è carico. Gli alimentatori d'accumulatori rapidi sono dotati di un Delta V che interrompe la carica segnalandolo con un indicatore luminoso.

     

    Effetto memoria: utilizzo ripetitivo di una parte della capacità dell’accumulatore insieme ad una carica eccessiva. L’effetto memoria riguarda più gli accumulatori NiCd che glii accumulatori NiMh. Non esiste sulle pile.

     

    Litio Ferro Fosfato (LiFePO4): Le prestazioni sono notevoli rispetto alle coppie elettrochimiche quali il piombo, il NiMh e il Litio Ioni. Le case automobilistiche hanno scelto questa tecnologia per i veicoli ibridi.

    Caratteristiche principali::

    - ottima durata, all’incirca 2000 cicli (carica/scarica)

    - materie prime meno costose: -50% rispetto al Litio ion

    - ampia fascia di temperatura di funzionamento identica al litio-ion (- 20°C ;  + 60°C)

    - capacità compresa tra 1,2Ah e 250Ah
    - nessun rischio di esplosione in caso di urto, sovraccarico o cortocircuito. Avendo una temperatura interna bassa, il LiFePO4 rimane stabile; questo punto debole, caratteristico degli elementi Litio ion, permette :

    - di ridurre il tempo di carica di circa 30 minuti
    - di sopportare una carica a tensione costante, denominata "float charge"

    - di avere un circuito di protezione molto soft

    Invece, la capacità è inferiore del 15% rispetto a quella del Litio ion in una cella identica.

    Al contrario degli accumulatori ad alta potenza, a base di piombo o Nichel Cadmio, le celle di Litio Ferro Fosfato non contengono metallo pesante.

    La scomparsa progressiva e ineluttabile del Nichel Cadmio, il costo sempre più elevato del piombo, i limiti tecnologici del NiMh e del Litio ion permettono al Litio Ferro Fosfato di raggruppare i vantaggi di tutte le altre coppie elettrochimiche.

    Questa tecnologia può essere utilizzata con un alimentatore al piombo standard. 

     

    Litio o Cloruro di tionile: tecnologia caratterizzata da un’elevata efficienza energetica, non ricaricabile, stabile nel tempo. Queste pile sono utilizzate nei computer, nelle macchine fotografiche, nelle calcolatrici e negli utensili industriali. La tensione di una pila litio o cloruro di tionile è di 3V o 3,6V. La particolarità del litio è di avere un’auto-scarica debole e di resistere alle basse temperature.

     

    NiCd (nichel cadmio): accumulatore composto di nichel e di cadmio.

    Vantaggi:

    - Carica facile e rapida, anche dopo un lungo periodo d’inutilizzo

    - Lunga durata  in numero di cicli di carica e di scarica

    - Prestazioni di qualità a bassa temperatura ma non si ricarica a 0°C

    - Costo basso

    Svantaggi:

    - Si autoscarica velocemente (20% al mese)

    - Sensibile all’effetto memoria

    - Inquinante

    - Metalli pesanti

    - Il NiCd è sostituito sempre più dal NiMh

     

    NiMH (Nichel Metallo Idrato)accumulatore composto di nichel e di metallo idrato.

    Vantaggi

    - Contiene molta più energia del NiCd (3 volte tanto)

    - Non inquina come il NiCd

    - Non contiene metalli pesanti

    - Auto-scarica debole (meno di 20% all’anno)

    Svantaggi:

    - Va caricato prima di utilizzarlo
    - Non sopporta il sovraccarico
    - Il NiMh è spesso  sostituito dal Li-Ion sulle batterie per i computer portatili, i telefoni cellulari etc.

      

     

    Ossido d’argento : tecnologia non ricaricabile, utilizzata soltanto nelle pile a bottone, destinate all’orologeria e alla metrologia. La tensione di questa pila rimane stabile ed è a scarica continua. La tensione di una pila all’ossido di argento è di 1,55V.

     

    Pile: elemento non ricaricabile.

     

    Piombo: una batteria al piombo è un insieme di accumulatori al piombo-acido montati in serie nello stesso involucro. Diverse tensioni sono possibili in base alle batterie: 2V, 4V, 6V, o 12V. Si distinguono il piombo ermetico AGM o GEL (sistemi d'allarme, sedie a rotelle, carrello da golf, …), le cyclon (settore medico e modellismo) e il piombo a vaso aperto (automobile).

     

    Dimensione delle pile & accumulatori:

    Taille des piles et accumulateurs

     

    Tecnologie ricaricabili: Li-ion (Litio-Ioni),  NiMH (Nichel-Metallo Idruro), NiCd (Nichel-Cadmio), Li-Po (Litio Polimeri) e piombo sono tecnologie che si ricaricano con alimentatori specifici.

     

    Tecnologie non ricaricabili:  lithium , alcalina , salina e l'ossido d'argento (pile per orologi) non si ricaricano (queste tecnologie sono classificate in base al loro ciclo di vita).

     

    Salina: tecnologia di una pila standard. La pila salina è una pila industriale con una capacità debole, contrariamente alla pila alcalina. La tensione di una pila salina è di 1,5V.

     

    Volt (V): unità di misura della tensione.

     

    Watt (W): unità di misura della potenza (W = V x A).

     

    Zinco - aria: simile all’alcalina, funziona con l’aria esterna. Questa pila offre una capacità elevata pur essendo economica. Le pile zinco-aria sono utilizzate nelle seguenti applicazioni: parcometro, recinzione elettrica, apparecchi acustici o auricolari. La tensione di una pila zinco aria è di 1,45V.

    Questo sito utilizza dei cookies per reperire dati statistici in merito alla navigazione. Continuando a navigare sul sito, accetterai che vengano utilizzati. Se desideri, puoi avere maggiori informazioni su come modificare le tue preferenze, cliccando qui
    x